Il progetto è promosso dai referenti dell’associazione dei familiari vittime di incidenti stradali ( A.V.I.S.L.) : i signori Incerto Vincenzo, Bona Rosella, Giroldini Luciano e Giacomini Roberta, che sulla loro pelle hanno costatato l’importanza di un supporto immediato.

Il progetto è promosso in collaborazione con Associazione Psicologi V.C.O.

Il primo soccorso psicologico per le vittime di incidenti stradali è una tematica che in Italia non è stata considerata in modo particolare, eppure il trauma psicologico che ne deriva è sovente una sorta di “ferita dell’anima” che irrompe nella quotidianità e mette a rischio tutta la l’esistenza di chi sopravvive all’incidente con delle menomazioni permanenti o perde un proprio caro.

Spesso le persone che vivono un’esperienza traumatica non hanno strumenti per reagire, sono impreparate a quello che è accaduto,così all’evento si sommano conseguenze a livello emotivo, che portano ad un deterioramento delle capacità adattive, sociali e comunicative, che apre la porta a ulteriori problematiche

Interventi precoci possono soddisfare molte esigenze e avere il supporto di persone valide a fornire assistenza può essere un grande aiuto.

L’AVISL oltre a promuovere questo progetto volto ad aiutare chi subisce l’incidente intende proseguire la propria opera di prevenzione, condotta ormai da diversi anni sul territorio.

Sulle strade gli incidenti sono ancora troppi , i comportamenti rischiosi non sono diminuiti, se un tempo la maggior parte delle cause erano dovute all’ uso di alcol e droghe, oggigiorno a queste si sommano velocità e distrazione da cellulare alla guida.

Portare una riflessione sui comportamenti scorretti, sul valore della vita, sull’importanza del rispetto delle norme del codice stradale negli Istituti Superiori (Liceo “Cavalieri a Verbania, “Fermi” ad Arona, “Maggia” a Stresa, “Gobetti” e “Dalla Chiesa” a Omegna )collaborando con le Forze dell’Ordine nel loro costante impegno, è fondamentale perché possa crescere nelle future generazioni una maggior consapevolezza alla guida e un globale rispetto della vita propria e altrui, rendendo la strada un luogo su cui viaggiare più sicuri.

 

 

Fondazione Comunitaria VCO collabora nelle attività di raccolta fondi a sostegno del progetto fungendo da collettore delle risorse donate.

Per effettuare una donazione al Progetto

Bonifico bancario

IT81O0306909606100000000570

Bollettino postale
c/c nr. 1007819913

Donazione online (PayPal)
Usando questo pulsante

 

Per un consiglio personalizzato contatta la Fondazione al numero 0323 557658 o via mail info@fondazionevco.it.

Attenzione attualmente le donazioni effettuate attraverso la Fondazione non sono detraibili non essendo una Onlus, e non sono deducibili perché la  Fondazione non possiede le specifiche richieste per poterlo fare. Non appena sarà attuata la Riforma del Terzo Settore, comunicheremo nuove direttive. Si ricorda che la cultura del dono promossa dalla Fondazione sul territorio del Verbano Cusio Ossola è a beneficio dell’intera nostra comunità e che l’importo donato va totalmente alla causa individuata dal donatore, secondo i suoi fini filantropici.