Al servizio del donatore

 

 

 SICUREZZA

 

  • Attraverso l’istituto della donazione modale, il donatore e chi ne ha interesse può chiedere alla Fondazione ospitante a rispettarne i vincoli;
  • la Fondazione di comunità garantisce per sempre il perseguimento degli obiettivi e il rispetto della volontà del donatore, altrimenti, tradirebbe la propria missione e metterebbe a rischio le propria crescita;
  • grazie ad un sistema contabile appositamente sviluppato è garantita una completa tracciabilità di ogni operazione riguardante il Fondo le cui attività vengono periodicamente rendicontate al donatore;
  • tutte le informazioni sul Fondo, che il donatore non considera riservate, sono pubblicate sul sito della Fondazione, garantendo un completo controllo sociale;
  • la Fondazione raccoglie la rendicontazione delle iniziative sostenute e verifica che le risorse siano state utilizzate esclusivamente per quanto stabilito;
  • il donatore è protetto dallo schermo della Fondazione  nei confronti di qualsiasi contestazione che il fisco dovesse sollevare circa l’utilizzo delle somme donate;
  • la Fondazione non ha alcun rischio imprenditoriale e quindi non ci sono potenziali creditori che possano far valere diritti sui singoli Fondi.

 

 

 SEMPLICITA'

  • Se la donazione è di modica entità, si può creare il Fondo per semplice scrittura privata, altrimenti per atto pubblico o testamento; non è necessario…
  • non è necessario predisporre statuti o ottenere riconoscimenti,  basta che la Fondazione accetti la donazione per essere operativi;
  • non c’è la necessità di costituire e gestire organi, quali consiglio, assemblea, revisori;
  • la gestione amministrativa, come ad esempio la contabilità e il bilancio, è totalmente in capo alla Fondazione ospitante;
  • tutte le incombenze collegate alle erogazioni, salvo quelle che il donatore vuole gestire direttamente, sono a carico della Fondazione;
  • un’unica donazione al Fondo può essere utilizzata per finanziare una pluralità di progetti, semplificando la propria dichiarazione dei redditi.

 

 

FLESSIBILITA'

Il donante donare ad un progetto, ad un fondo già esistente o costituire un proprio fondo di cui può stabilire:

  • il nome;
  • le finalità filantropiche;
  • la durata (indefinita, definita, perpetua);
  • Come, cosa e quando donare;
  • il ruolo che desidera avere;
  • i soggetti che possono donare;
  • la destinazione delle donazioni (disponibilità, patrimonio, riserve);
  • come devono essere erogate le disponibilità;
  • la presenza, la composizione e il ruolo di eventuali comitati;
  • come deve essere investito l’eventuale patrimonio;
  • quali informazioni devono essere rese pubbliche;
  • come gestire eventuali modifiche negli scopi e nelle modalità operative;
  • e anche testare l’idea con risorse limitate.


 

ECONOMIA ED EFFICACIA

  • E' possibile dissociare il momento della donazione da quello in cui vengono finanziati i progetti;
  • la Fondazione facilita le relazioni con altri donatori e può raccogliere donazioni dalla collettività per sostenere i progetti scelti dal donatore;
  • la Fondazione non ha progetti propri e quindi conflitti d’interesse, essa mette a disposizione la propria conoscenza delle non profit, come dei bisogni e delle potenzialità del territorio, per da aiutare il donatore ad individuare le erogazioni che meglio rispondono alle sue esigenze;
  • massimizzazione benefici d’immagine o totale anonimato;
  • il donatore può usufruire di economie di scala nella gestione;
  • sfruttando la presenza di una struttura già esistente, i costi sono definiti a priori e particolarmente contenuti.